Credi ancora in quello che fai?

Valori personali e valori aziendali non sempre coincidono, ma è ormai evidente quanto sia prioritario che dipendenti e collaboratori siano soddisfatti e considerati tanto quanto gli azionisti.


Nella propria esperienza lavorativa ci si trova spesso a chiedersi quanto sia bilanciato quel delicato equilibrio tra vita privata e vita professionale. Se la visione del mondo di un’azienda coincida con la propria, se gli obiettivi strategici e le logiche operative dettate dai mercati siano in linea con la propria idea di lavoro, di etica, di mondo.

La Grande Dimissione

Un problema messo a nudo dalla pandemia e da quella che viene definita La Grande Dimissione. 
Si parla di Yolo Economy: You only live once. Si vive una volta sola. 
Ora più di prima si cerca un senso in quello che si fa e soprattutto una migliore qualità di vita. Non bastano più i buoni propositi e i valori altisonanti esposti in bella mostra su un poster appeso sulle pareti di una sala riunioni.
Tanto vale concentrare i propri sforzi, sacrifici lavorativi e di vita, verso qualcosa in cui si crede di più. 

La sostenibilità è un concetto ormai spesso abusato, piegato da campagne di greenwashing.
Eppure la capacità di andare oltre i soli interessi degli azionisti ormai non è più procrastinabile. 

Una visione sostenibile

Attrarre nuovi talenti, far sì che i propri dipendenti e collaboratori siano soddisfatti e considerati tanto quanto gli azionisti dovrebbe essere ormai una priorità.
Gli stessi mercati finanziari pian piano se ne rendono conto. Non si possono trascurare clienti, partner, dipendenti, comunità, ambiente. 
Sposare una visione, questa sì sostenibile, di lungo periodo in senso economico, sociale, ambientale, è una necessità che genera anche profitti ed uno degli elementi fondamentali di una identità aziendale forte.

Quando le Società Benefit, le BCorp, i GreatPlaceToWork non saranno più l’eccezione, ma la regola, quando ad una purpose aziendale seguiranno fatti concreti, allora sì, la transizione verso un futuro che faccia gli interessi di tutti sarà compiuta.
Nel frattempo ognuno può mettere bene a fuoco le proprie priorità e decidere quale strada percorrere.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Scroll to top